Gli strumenti della famiglia CANS

CANS (Child and Adolescent Needs and Strengths; I bisogni e i punti di forza dei bambini e degli adolescenti) è una famiglia di strumenti finalizzata a promuovere pratiche collaborative e partecipative, orientate alla valutazione di esito.

È un metodo innovativo, open source, di facile utilizzo, il cui scopo principale è quello di creare una sorta di “narrazione” strutturata e quantificabile del caso clinico (la visione condivisa). È articolata in domini funzionali, è immediatamente disponibile a tutti gli interlocutori coinvolti e può essere condivisa con l’utente e la famiglia.

CANS è un "linguaggio" che aiuta a prendere decisioni ciniche sulla base di una "misura" sistematica e collaborativa dei punti di forza e dei bisogni dell’utente e della sua famiglia.

Ogni item è pensato per essere sensibile ai fattori contestuali e culturali e dunque rispettoso dei valori dell'utente e della famiglia.

Bisogni e punti di forza sono distinti (l’assenza di un bisogno non è un punto di forza e viceversa). I punteggi degli item non riguardano la “gravità” o intensità di quel bisogno, ma la necessità di attivarsi clinicamente con maggiore o minore intensità.

La griglia dei punteggi di tutti gli items è dunque una griglia delle possibili priorità di azione clinica. Il modo in cui cambia nel tempo questa gerarchia di priorità è la valutazione di esito.

CANS è una famiglia di strumenti.

Scarica qui le versioni tradotte in Italiano:

CANS 0-5 dedicata alla prima infanzia

CANS 5-17 dall’infanzia all’adolescenza

CAT simile a 5-17 ma più breve e dedicata alle acuzie psichiatriche

HEADS-ED scala breve per i pediatri di Pronto Soccorso

ANSA dedicata ad utenti in età adulta, in via di traduzione

CANS-SPS versione adattata e ridotta di CANS 5-17 per gli operatori psicosociali

I sei principi guida di CANS

  1. Ogni item è stato scelto perché è rilevante nella pianificazione degli interventi

  2. I punteggi degli item si traducono immediatamente in livelli di azione

  3. Il punteggio descrive l'utente a prescindere dagli interventi già in atto

  4. Nell'attribuire un punteggio si tiene conto del background culturale e del livello di sviluppo dell'utente

  5. CANS è agnostico rispetto all'eziologia (riguarda il cosa e non il perché)

  6. Nell'attribuire un punteggio si considera sempre una finestra temporale definita (es. 30 giorni)

CANS è un set di strumenti gratuiti ma per utilizzarli è indispensabile una formazione